India

A casa dei divi del Cinema Indiano

Mumbai 1 (1 of 1)-5

Statisticamente ci sono più probabilità di vedere un attore indiano in Europa, a Dubai o negli USA piuttosto che davanti ai cancelli della sua casa a Mumbai. Ma diciamocelo, quasi tutti (per non dire tutti) gli indiani che visitano la roccaforte di Bollywood prima di partire fanno almeno due soste: una a Bandra davanti alla casa di Shahrukh Khan, l’altra a Juhu al villino dei Bachchan. E non parlo solo di giovanissimi ma anche di uomini maturi, famiglie con bambini e persone in viaggio d’affari se il tempo lo permette. Che senso ha? Agli occhi di una persona che non conosce il cinema indiano, e il suo fortissimo impatto nella vita quotidina, pare assurdo. In realtà il concetto è molto semplice, non si tratta di isterie ma di un elemento stabile e piacevole con cui si cresce e al quale non si rinuncia mai durante tutte le fasi della vita. Il cinema è un mondo che unisce, che rende vicini e felici, che impegna i pensieri almeno una volta al giorno. Le grandi star alla fine oltre che divi sono membri della famiglia, gente che sembra di conoscere da una vita. E a un amico che fai quando stai dalle sue parti? Lo vai a trovare a casa.

Read More»

Una visita al Meherangarh Fort

fort jodhpur-11

Se avete letto il post di ieri su Jodhpur avrete già in mente il contesto sul quale regna questo palazzo incredibile. Sovrana del deserto, e di una porzione di Rajasthan ancora molto legata alle tradizioni, la fortezza di Meherangarh è una delle più grandi e meglio conservate, posta in una posizione scenografica, un luogo assolutamente da vedere se si intraprende un viaggio in India del Nord. E il nome Meherangarh vuol dire proprio “maestosa, imponente”, più chiaro di così.  Occupa una superficie di chilometri e venne fondata da Rao Jodha nel 1460 dove si intrecciavano le rotte carovaniere dell’Asia. Il complesso è visibile già da lontano e pare la continuazione della roccia su cui poggia, ha mura alte 36 metri e spesse 20, le sue dimensioni dovevano servire a spaventare i nemici e spingerli ad andarsene ancora prima di attaccare. E la storia della città ci svela che questo furbo “dissuasore”, biglietto da visita delle capacità militari dei jhodpuri, fu negli anni piuttosto efficace.

Read More»

Jodhpur la blu

jodhpur-5

Se nel Rajasthan c’è la città rosa (Jaipur) ma anche le bianche (Udaipur e Pushkar) e la dorata (Jaisalmer), Jodhpur è sicuramente la blu. Ma come mai questo colore e non un altro? In realtà per un motivo pratico, tenere lontane termiti e le zanzare (è la tinta della sostanza usata un tempo come repellente), ma si pensa anche che dipingere i muri di azzurro aiuti a mantenerli più freschi durante quando il sole picchia forte. Jodhpur è ancora una città di mercanti che mantiene vivo l’aspetto del Rajashtan feudale, alle spalle il deserto del Thar e tanti villaggi in cui vivono comunità tribali e minoranze etniche.

Read More»
Share On Facebook
Share On Twitter