Messico

Ricordi di un vecchio viaggio in Messico (seconda parte)

chiapas

Ripensando al viaggio in Messico ricordo che i bus erano confortevoli e anche puntuali. Non è stato difficile spostarsi e prenotare tutto in loco, a bordo ho visto una marea di film americani sottotitolati.  Non soffrire il mal di movimento mi ha aiutata a passare il tempo anche negli spostamenti più lunghi, sei ore, otto ore, intere nottate spese a rigirarmi su un sedile, per fortuna la strada era una fettuccia distesa. E da entrambi i lati uno strano nulla. Mi ricordo l’ingresso in Chiapas e la foresta che diventava ad ogni chilometro più fitta, l’aridità dello Yucatan lasciava spazio ad una natura rigogliosa e smeraldina. Tutto prendeva vita, l’aria si faceva più umida, l’ombra diventava profumata di foglie e preziosa. La Natura tornava a sorridere all’uomo e bastava guardarsi intorno per vedere cascate dall’acqua limpida e i frutti di questa alleanza.

Read More»

Ricordi di un vecchio viaggio in Messico (prima parte)

Messico 1 Tulum

Primavera 2005. Ne sono passati di anni e successe di cose. Il Messico, un viaggio zaino in spalla e per la prima volta in un posto veramente lontano. L’incontro con questa terra ha segnato l’inizio di un amore viscerale per il Sud America, passione che mi guida ancora e mi spinge a sognare nuove mete e ricordare ogni minimo dettaglio di ciò che ho visto, sentito e provato. Dovessi organizzare ora il mio viaggio in Yucatan e Chiapas forse lo farei in modo diverso ma da ventenne mi sono diretta nei luoghi di cui avevo sempre sentito parlare. Non mi dilungo in dettagli e consigli perchè non avrebbe senso, è passato troppo tempo e credo che le cose siano cambiate di molto, almeno dal punto di vista organizzativo. I miei appunti sono polverosi eppure alcune immagini non sfuggono, si intrappolano in una rete e ogni tanto come pesci pescati si agitano.

Read More»
Share On Facebook
Share On Twitter