Come fare il Vada Pav, il burger di patate indiano

vada pav (1 di 1)

Delhi e Mumbai sono le regine delle street food indiano. E se nella capitale si mangiucchiano ai bordi delle strade Samosa, Momos, Aloo tikki e Pani Puri, a Mumbai nessuno resiste a un sugoso Pav bhaji, a una ciotola di Poha o un Vada Pav, panino bollente e ripieno di salsa, magari incartato nel quotidiano del giorno prima. Se il sapore di questo burger vegetariano speziato vi manca, o se non avete voluto provarlo sul posto perchè il carrettino friggitutto non vi ispirava fiducia, vi insegno come farlo a casa, con pochi passaggi (ma tante spezie). 

 

Per questa ricetta avete bisogno di : 

 

patate lesse (circa 1 di media grandezza per panino)

olio per friggere

1 fetta spessa di zenzero

peperoncini indiani

foglioline di curry

semi di senape

uno spicchio d’aglio

spezie : jeera powder (polvere di cumino), dhania powder (polvere di coriandolo), amchur (mango disidratato), red chillies powder (peperoncini rossi), haldi (curcuma), garam masala (miscela di spezie decisamente hot)

salsa fresca a base di coriandolo e menta (qui trovate la ricetta del Green Chutney)

farina di legumi (besan flour)

un cucchiaino di lievito secco per salati

panini morbidi al latte

succo di limone

 

Dubbi nella lista della spesa? Consultate il Dizionario A – Z delle Spezie e degli Alimenti della Cucina Indiana

 

1) Lessate le patate, pelatele e schiacciatele con una forchetta.

vada pav (1 di 1)-2

2)  Pestate con il mortaio l’aglio, lo zenzero e i peperoncini verdi a pezzettini. Create una specie di poltiglia. Scaldate l’olio in una padella, aggiungete i semi di senape (1 cucchiaino) e una decina di foglie di curry. Aggiungete anche il soffritto e fate scaldare un paio di minuti.

vada pav (1 di 1)-3

3) Ora si aggiungono tutte le spezie e il sale, un cucchiaino di jeera e dhani powder, mezzo di amchur, haldi e garam masala. Peperoncini rossi in polvere in base al livello di tollerenza, e comunque non esagerate perchè ci sono già quelli freschi e il garam masala. Lasciate cuocere a fiamma bassa qualche minuto.

vada pav (1 di 1)-4

4) Aggiungete poi le patate schiacciate. Fate insaporire nelle spezie girando spesso con un mestolo, a termine cottura versate il succo di un limone.

vada pav (1 di 1)-5

5) Quando il composto sarà raffreddato formate delle palline con le mani, regolate la grandezza in base al panino che avete acquistato e che andrete a farcire con il burger.

vada pav (1 di 1)-7

6) Preparato l’impasto dei burger ora è la volta della pastella. Unite alla farina di legumi (besan flour) un po’ d’acqua, sale, un pizzico di haldi, di jeera powder e di peperoncino rosso (se non volete strafare con il piccante ma dare semplicemente sapore potete sostituire i red chillies con il deggi mirch, una polvere rosso fuoco ma dal gusto molto più delicato). La pastella non deve essere troppo liquida ma ben compatta (la stessa consistenza dell’impasto di una torta). Ultimo ingrediente : un cucchiaino di lievito secco per preparazioni salate.

vada pav (1 di 1)-6

7) Mescolate bene con una frusta e iniziate a girare delicatamente le palline nella pastella. Tuffatele subito nell’olio bollente facendo attenzione che non resti troppa pastella attaccata alle vostre mani o al cucchiaio (se le palline non sono ben vestite di besan flour tendono ad assorbire l’olio e la frittura non viene bene). Bastano un paio di minuti per lato. Scolatele e poggiatele su carta da cucina.

vada pav (1 di 1)-9

8) E’ il momento di farcire i panini, tagliateli a metà (non c’è bisogno di scaldarli) e condite il lato inferiore con un bello strato di Chutney di Coriandolo e Menta fresca. Se non avete il tempo di preparare questa salsina potete sostituirlo con un’altra a vostro piacere, non sarà proprio il gusto originale del Vada Pav di Mumbai ma vi piacerà lo stesso. Servite il panino con la polpetta ancora caldissima (magari avvisate!!). Ah dimenticavo… dov’è che avete messo il giornale di ieri? (Ok, questa ve la risparmio).

vada pav (1 di 1)-8

 

CHE NE PENSI? Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa, lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.