Mirchi fry, peperoncini in padella con aromi

mirchi fry

Nelle tavole indiane si servono i pasti principali in piatti grandi, c’è uno spazio per il pane o per il riso e poi delle ciotoline (katori) per le lenticchie, le verdure, le salse o raita varie. E tra tutto questo c’è pure posto per delle fettine di cetriolo e pomodoro, sottoli misti (achar), o dei contorni d’accompagnamento di solito molto piccanti. Vale la regola del mix and match. Intingi un po’ quì e un po’ lì e ogni tanto dai un morso a un bel peperoncino saltato in padella. Ecco la ricetta per un “caldissimo” side dish.

 

Avete bisogno di : 

Peperoncini freschi (dolci o leggermente piccanti, a seconda dei vostri gusti)

Semi di methi (fieno greco)

Semi di finocchio

Semi di jeera (cumino)

Hing

Olio per la cottura

Sale

Succo di limone

 

Una padella

Un mestolo di metallo per schiacciare un po’ i peperoncini durante la cottura

 

Dubbi nella lista della spesa? Consultate il Dizionario A-Z delle spezie e degli alimenti della cucina indiana

 

1 Procuratevi i peperoncini freschi secondo il vostro grado di tolleranza. Io amo il piccante e non mi faccio problemi quindi scelgo una versione ben “sostenuta”. Se invece volete una variante soft comprate peperoncini dolci. Qualsiasi tipo va bene purché non abbiano la buccia troppo dura.

mirchi fry

2 Tagliate in verticale i peperoncini e cercate di togliere tutti i semi dall’interno. Se ne resta qualcuno non è comunque un problema.

mirchi fry 2

3 Versate un fondo d’olio in una padella. Quando sarà caldo aggiungete i semi di jeera, di methi, di finocchio e un pizzico di hing. Lasciate rosolare qualche minuto.

methi seeds

Se non avete mai visto i semi di fieno greco, eccoli quì, hanno questo aspetto. Chiedeteli con la parola magica methi  (pronunciato m é t i ) in qualsiasi negozio indiano.

methi seeds

4 Versate poi i peperoncini e mescolate bene. Coprite la padella e lasciate cuocere girando di tanto in tanto.  Schiacciate un po’ con il mestolo di legno per fargli prendere sapore. Quando saranno leggermente appassiti aggiungete il sale, mescolate e poi il succo di limone. Possono conservarsi in frigo anche per alcuni giorni. Si mangiano per accompagnare paratha, aloo paratha o come contorno a qualsiasi altro piatto indiano.

mirchy fry

 

CHE NE PENSI? Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.