One day trip to Khandala

Khandala 1

La nebbiolina, la pioggia sottile, le montagne coperte di  smeraldo. Silenzio e pace. Il circuito naturalistico tra Khandala e Lonavala è uno dei luoghi favoriti dagli abitanti di Mumbai e Pune per una gita di un giorno nel weekend.  L’itinerario tocca diverse locations turistiche, laghi, cascate, punti panoramici e antiche grotte rifugio di monaci buddhisti. Se il viaggio dei sogni, se per un italiano è forse la Polinesia o i Caraibi, per un indiano è la Svizzera, e di conseguenza tutto ciò che può ricordarla (pure in modo vago e pure in casa propria). La strada che si percorre per giungere a Khandala è già parte importante del viaggio, tra tunnel e verdi paesaggi anche in assenza di sole.

khandala 2

Kandala, nel cuore dello stato del Maharashtra, è inclusa nella Mumbai Pune Expressway, la piccola località montana si trova lungo la via come un cuscinetto di natura selvaggia tra due grandi centri industriali e finanziari. Chi ha l’automobile parte con la famiglia o gli amici per una giornata di relax, a volte però si prende a noleggio comunque un minivan con autista per rilassarsi senza pensare alla strada e chiacchierare senza pensieri. Una volta a destinazione i più sportivi si dedicheranno al trekking o a giri in bicicletta tra ripide salite e veloci discese. Le famiglie spesso noleggiano una barchetta e fanno il giro del lago se le condizioni atmosferiche sono buone.

Khandala 3

Soste obbligate sono lo Shooting point e il Lion’s Point, i due posti panoramici preferiti. Soprattutto in alta stagione (durante i mesi delle piogge) troverete sempre qualche macchina ferma alle piazzole e turisti in posa per le foto di gruppo. Fino a raggiungere le Grotte di Karla (Karla Caves), templi buddisti antichissimi scavati nella roccia, luoghi di preghiera e rifugio dei monaci, oltre che d’ospitalità sicura per i commercianti che un tempo attraversavano le valli per muoversi tra i porti indiani e l’entroterra. Sotto le cascatelle alimentate dal monsone un gruppo di ragazzi aveva ricreato un proprio acquapark.

Khandala 3

La sala di preghiera (chaitya) sembra l’interno di una cattedrale, colonne, capitelli, decorazioni simmetriche, un soffitto decorato con linee curve.  Nell’entrata monumentale sculture ritraggono animali comuni nell’ambiente naturale indiano come gli elefanti, accanto ad immagini di uomini, di donne e del Buddha. Fuori dalle grotte c’è anche un piccolo tempio.

IMG_4507

Se volete fare una gita fuori porta in pieno stile indiano non dovete evitare di sgranocchiare qualcosa durante il viaggio
frequenti sono le soste per comprare chips, bibite e i chikki, dolci molto simili al croccante di noccioline se acquista in Italia al lunapark. E’ buonissimo. Sarà davvero difficile smettere di staccarne pezzetti con le dita una volta che inizierete. E non può mancare un ricco pranzo tra amici, durante le gite è obbligatorio fermarsi a mangiare in un locale. I ristoranti sono chiamati spesso hotel (anche se non hanno camere hanno a disposizione). E una curiosità: si ordina tutto insieme e si condivide, non esiste il concetto di ho preso questo, mangio questo, piuttosto “tu hai aggiunto questo e poi mangi anche quello che ho scelto io”.

Khandala

Perchè fare una gita a Khandala e Lonavala? Per sperimentare i circuiti del turismo interno piuttosto che del turismo internazionale, per conoscere gente e divertirsi come farebbe un gruppo di indiani in pausa relax dalle metropoli. Per scoprire un angolo d’India famosissimo tra i locali e pressoché ignoto agli europei.

Foreste a perdita d’occhio, torrenti carichi del monsone e laghi, come il Pawana e il lago di Lonavala, parzialmente attraversato dai binari della ferrovia.  Per un cittadino di Mumbai o di Pune, diviso tra l’ufficio, il traffico e la confusione, ritrovarsi immerso nel silenzio e nella natura è già un momento speciale. Il paesaggio, in cui si alternano strade serpeggianti, vallate, prati coperti d’erba e montagne, è un po’ l’antitesi di ciò che si ha intorno ogni giorno nella strabordante metropoli. Ecco perchè piace sempre, e così tanto.

Khandala 5

 

CHE NE PENSI? Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.