A Gubbio per la Mostra Mercato del Tartufo Bianco

tartufo Gubbio 1

C’è sempre una buona ragione per tornare a Gubbio. Le incredibili gesta della Corsa dei Ceri, le luci di Natale e l’Albero più grande del mondo, un picnic al frescolino durante le torride giornate estive. Le ragioni non si esauriscono nemmeno ora che siamo in autunno, si può combinare la visita con una gita al mare in cerca dell’ultimo sole, o per esempio fermarsi a degustare il più nobile e ricercato di tutti i tuberi, quello che toglieva il sonno già agli antichi romani e oggi prezioso quasi quanto l’oro. Dal 22 al 25 ottobre Gubbio ha ospitato tra le vie del suo bellissimo centro storico medievale una mostra mercato dedicata ai prodotti agroalimentari e in particolare al tartufo, gioiello da mangiare, da sempre parte della cucina umbra.

tartufi Gubbio 4

Oltre che visitare una delle città medievali più belle e meglio conservate d’Italia potrete entrare nel vivo della produzione agricola del territorio e assaggiare i tanti prodotti locali, formaggi, salumi, lo zafferano (dell’Associazione Zafferano di Gubbio), dolci, olio d’oliva e naturalmente la crescia, la gustosa torta da farcire eugubina. Al tartufo è stato dedicato uno stand a parte nel quale ditte specializzate nella lavorazione del tubero, e creazione di alimenti a partire dal tartufo, hanno esposto i loro prodotti e garantito assaggi ai visitatori. Si possono acquistare tartufi interi (anche i pregiatissimi bianchi), da consumare a piacimento, oppure salse, funghi porcini e condimenti vari dai profumi inebrianti. Tra i prodotti più originali l’aceto balsamico e la salsa di ceci al tartufo (entrambi della Tontini Tartufi), due sapori resi davvero speciali dalla combinazione con l’aroma del tubero. Delicati e squisiti a dir poco.

tartufi Gubbio 2

Per i bambini laboratori di manualità e un circuito di visita e gioco itinerante, all’arrivo veniva consegnato a ciascuno un badge da riempire con dei timbri disponibili ad ognuno dei quattro blocchi della mostra. Dopo essere passati per tutti e quattro i padiglioni era possibile ritirare dei gadget pensati per i più piccoli. Per gli adulti un voucher per sconti su musei, attrazioni e ristoranti della città. C’erano molte cose da fare ma non sono riuscita a trattenermi quanto avrei voluto, per esempio lezioni di cucina e degustazioni di birre, vini e spumanti, mostre di quadri e di artigianato artistico.

tartufi 5 Gubbio

Il tartufo è sinonimo di tradizione e raffinatezza, un prodotto ricercato e custode della storia di questi territori. Non tutti i tartufi sono uguali, quello bianco è il più pregiato non solo per il suo inconfondibile profumo ma anche perchè si sviluppa in poche zone d’Italia, tra cui i boschi della valle eugubina – gualdese. Quella appena conclusa è stata la XXXIVa edizone della mostra mercato, se non siete riusciti ad andarci questo ottobre mettetela in agenda per l’anno prossimo.

Gubbio 6 tartufi

 

CHE NE PENSI?  Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.