Altrocioccolato, dolcezze equosolidali a Città di Castello

altocioccolato 1

Come alternativa ai grandi nomi e alle salite da scalare di Perugia e alla sua sovraffollata Eurochocolate, in una dimensione idealmente opposta, nella tranquilla e pianeggiante Valtiberina va in scena (dal 16 al 18 ottobre) l’equo e solidale. L’evento si svolge in contemporanea con la più famosa kermesse perugina noncurante della competizione proprio perchè punta a richiamare un pubblico diverso. L’Altro. L’Alternativa. Una manifestazione che non presenta brand internazionali e promuove la produzione locale, o comunque una filiera produttiva che presta attenzione allo sviluppo dei popoli dai quali proviene l’offerta, e non alla sola domanda dei Paesi consumatori.

Altrocioccolato 2

Altrocioccolato è alla sua quindicesima edizione ma solo da tre anni l’evento si svolge a Città di Castello. I riflettori sono puntati sulla produzione equa e sul consumo consapevole di un amatissimo prodotto d’importazione. Il cioccolato è un piacere, e tale deve essere anche per coloro che lo producono, non solo per chi lo acquista e lo consuma.

Piazza Matteotti diventa la Piazza del Cioccolato, per gustare creme spalmabili, macarons, cremini, tavolette. Un’occasione per conoscere il “cacao crudo” (lavorazione alternativa del cacao per mantenere intatte le sue proprietà preziose), e acquistare prodotti a chilometro zero. Troverete assaggi gratuiti e i laboratori “on stage” dove assistere dal vivo alla realizzazione di ricette a base di cioccolato. Per dare un tocco di colore alla propria tavola salse casalinghe, passate di pomodoro e peperoncini, non mancano nemmeno gli artisti di strada e gli snack biologici (anche per vegetariani e vegani).

Altrocioccolato 2

Dagli Aztechi alla tradizione siciliana, il cibo degli dei diventa ancora più “buono”, in tutti i sensi. Un giro ad Altrocioccolato può essere un’esperienza diversa anche per i bimbi, si può passeggiare in pianura mano nella mano scoprendo il centro di una città umbra che pochi turisti conoscono, acquistare oggettistica handmade e giocare con giostre e giocattoli, ma quelli di “una volta”.

La manifestazione è allegra, e ci si sente a casa propria, c’è un clima disteso, allegro, amichevole, piacerà un po’ a tutti, non solo ai sostenitori del Fair Trade. Non ci saranno gli scenografici gonfiabili di Eurochocolate ma neanche file chilometriche in religiosa attesa di una pralina. Altocioccolato è rilassante e divertente, e gli assaggi ci sono per davvero. Non dovendo gestire una folla oceanica gli standisti possono accogliere veramente i visitatori, si parla, si gusta, e poi inevitabilmente si finisce per comprare. Dopotutto un festival della cioccolata è il luogo meno indicato al mondo per resistere alle tentazioni.

Altrocioccolato 4

 

CHE NE PENSI?  Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.