Aspettando il Natale a Merano

merano (1 di 1)-2

Una città elegante, raffinata, forse anche un po’ snob. Ma ogni angolo è praticamente perfetto, dal parcheggio al supermecato di prima periferia. Lungo gli argini del fiume, tra viali ciclabili, parchi ed edifici sfarzosi, Merano è un’isola di pianura e benessere in mezzo alle montagne, il suo mercatino natalizio è uno dei più graziosi dell’Alto Adige e richiama ogni anno una variegata popolazione di curiosi. Dato che le Feste si avvicinano quale luogo migliore per respirare l’atmosfera del Natale e prepare gli ultimi regali da mettere sotto l’albero?

merano (1 di 1)-10

Vivibile, altamente pedonalizzata, chic e coloratissima. Tutto il centro è decorato con stile, anche fuori dal mercato, tra le vie interne della città, sotto i portici tante vetrine, ristoranti, bar e pasticcerie austriache. Merano è un bellissimo salotto e nonostante le folle di turisti mantiene intaccato il suo equilibrio e la pace.  Le luci costeggiano il fiume come in un grande presepe, caminetti accesi (protetti da un elegante vetro) sono stati allestiti in più punti per permettere ai visitatori di scaldarsi le mani, o anche solo creare atmosfera. E’ tutto molto carino e raffinato, c’è ovunque musica e anche piccoli concerti. Il sottofondo principale resta però il rumore dell’acqua, il fiume pulitissimo che divide i viali del centro dal parco cittadino (dove si trova anche la statua di Elisabetta d’Austria).

merano (1 di 1)-7

Le casette di legno, tutte diverse, carinissime e piene di oggetti o specialità gastronimiche, sono circa ottanta e si trovano in una lunga fila di tetti spioventi, creando un lungo percorso per passeggiare e mangiare. Agli espositori delle grandi ditte, stand che sono praticamente dei negozi e con un assortimento invidiabile, si intervallano gli artigiani e i produttori locali. Dal falegname che lavora in loco, con i suoi attrezzi ben esposti sul tavolo, ai laboratori per bambini, decorazioni natalizie con le spezie, feltro, candele, giocattoli, ceramiche, saponi, distillati. E molto altro ancora.

merano (1 di 1)-6

Mentre gli alpini che servono vin brulè, nel grande forno a cielo aperto si impastano e sfornano focacce e panini cotti a legna, c’è intorno odore di farina e di formaggio fuso. Imperdibile il riggl tirolese … una specie di pizza bassa e croccante farcita, filante e dal retrogusto leggermente affumicato, da mangiare bollente, anche a costo di ritrovarsela attaccata al palato come uno sticker. Attenzione! Bruciaaa!!

merano (1 di 1)-12

Nel grande villaggio di Natale temporaneo di Kate Wolfarth si trova l’impossibile, e anche se i prezzi non sono esattamente bassi si può sempre curiosare, e magari scovare un articolo più economico nascosto in mezzo a molti altri più cari. Si tratta della stessa catena di negozi che da Rothenburg ob der Tauber ha colonizzato i centri storici di molte città d’Europa e da alcuni anni è ospite fissa del Mercatino di Natale di Merano.

merano (1 di 1)-5

La parte che preferisco come al solito è la gastronomia e di questo evento ho apprezzato molto le rivisitazioni creative dei classici primi tirolesi, molte anche in chiave vegetariana. E poi i dolci, alcuni anche troppo belli per essere mangiati e digeriti, starebbero quasi meglio dietro a un vetro di un museo (sempre se il loro profumo fosse meno invitante). E mentre crepes si cuociono, lo zucchero a velo si mescola alla nebbiolina e il pane fresco appare fumante sopra ai banconi, formaggi che si tagliano, si condiscono, si fondono e gnocchi saltano in padella sopra al burro di nocciole.

merano (1 di 1)-3

Anche se la giornata è molto fredda si sopportano bene le temperature perchè è una città riparata, al centro di una valle e contornata di montagne. Pur dimenticandosi del Natale passeggiare tra le sue strade è piacevole e coinvolgente, le bellezze sono ad ogni passo, dal bellissimo palazzo delle Terme agli edifici liberty freschi di restauro, residenze signorili, hotel di lusso che sembrano usciti da un film di Agatha Christie ma allo stesso tempo da un’attualissima rivista di design. Merano è quasi troppo carina per essere vera, nè troppo grande nè piccola, nè isolata nè caotica, pulita, comoda, per organizzata. C’è di tutto, un paesaggio meraviglioso e un elevato tenore di vita, un esempio da osservare con cura (e magari pure imitiare).

merano (1 di 1)-6

 

CHE NE PENSI? Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa, lascia un messaggio. Sarò lieta di rispondere.