Bettona teatro della Natività

bettona-3-1-of-1

Passa l’Epifania e tutte le feste porta via. Ma il lungo weekend ha regalato qualche giorno in più di atmosfera delle feste, sono rimasti al loro posto alberi di Natale, decorazioni, luci nel giardino… e c’è stato ancora un evento e un luogo da visitare. Se il prossimo anno vi ritroverete dalle parti di Perugia o di Assisi per le vacanze natalizie mettete in programma un pomeriggio al presepe vivente di Bettona, un teatro itinerante che accompagna per mano all’interno di diverse epoche storiche e tra i vicoli di uno dei borghi più belli d’Italia.

bettona-6-1-of-1

Bettona è una cittadina ricca di storia, tombe e mura etrusche, edifici medievali, reperti storici romani, il passato si incontra e sembra prendere il caffè al bar, seduto ai tavolini della piazza di questo piccolo centro. Con la vicina Torgiano crea una linea turistica e museale molto interessante, ma oggi non parlerò di questo. Siamo arrivati al tramonto, il sole d’inverno se ne va veloce e le macchine sulle salite che portano a Bettona iniziano ad essere numerose. E’ l’ultima giornata delle rappresentazioni storiche – teatrali legate al Presepe Vivente.

le-ville-presepe-10

Si procede per gruppi di circa 30 persone e occorre prendere il numero all’ingresso (piazza Cavour). Un bel tabellone chiama le persone prenotate senza confusione alcuna. Ad accogliere i visitatori è per primo un menestrello, la Natività si mescola con costumi medievali e note più moderne. Epoche diverse coesistono, il passato è sempre un po’ anche nel presente.

bettona-4-1-of-1

Si sento delle voci, si viene chiamati, si incontrano lungo la strada diversi scenari e personaggi. Si procede a passo veloce (via, era meglio soffermarsi un po’ di più). La passeggiata nel presepe non sarebbe stata così suggestiva se non fosse stata accompagnata dai dialoghi, dalle musiche, dal suono del chitarra, dalle parole dei personaggi
dalle interpretazioni degli attori, capaci di creare suggestione immediata. Ad ognuno non sono dati che pochi minuti a contatto con il pubblico e ciascuno interagisce in modo diverso. Chi mostra un antico mestiere, chi crea enfasi e stupore, chi recita un’invocazione o una preghiera, chi incita le persone a proseguire il cammino

bettona-2-1-of-1

E’ sempre divertente sbirciare tra un angolo e un altro, lasciarsi sedurre dalla curiosità e chiedersi “cosa ci sarà poi?” Mi piace visitare i presepi viventi per vedere le variazioni sul tema, e cioè, come ogni borgo che organizza più o meno lo stesso genere di evento riesce a personalizzarlo e renderlo unico. Come si sfrutta al meglio la location e il talento dei figuranti, come rendere irriconoscibili in poche mosse le stesse strade che di giorno ci sarebbero apparse in modo del tutto diverso.

bettona-1-1-of-1

L’angolo che ho preferito è stata forse l’osteria, che porta un tocco di colore locale in un’atmosfera goliardica tra imprecazioni e scherzi in dialetto perugino i commensali bevono, giocano e si divertono. Non solo epoche ma anche aree geografiche si mescolano.  Appaono dai fondi e dalle cantine fabbri, fornai, filatrici e tessitrici, la donna che lavora ai ferri in un quadro in movimento ben incorniciato. Il vasaio che lavora l’argilla ma compie con le sue mani movenze suggestive, gioca con il fuoco e attrae gli spettatori, la signora che prepara un impasto e grattugia aromi appare dall’oscurità in una stanza antica, tra affreschi alle sue spalle e una cucina d’impostazione medievale.

bettona-6-1-of-1-4

Più simile a un teatro che a un presepe, una passeggiata guidata lungo i vicoli del borgo, al buio, tra tante fiammelle e candele accese, guardando tra le porte, gli archi e le cantine delle case. La scenografia è curata e “tridimensionale” e l’atmosfera molto avvolgente.  Tra i vicoli si scorge un panorama profondissimo che ci offre anche una vista magica di Assisi illuminata nella notte.

Per restare aggiornati sulle date delle rappresentazioni del prossimo Natale, segnatevi il sito web PresepeBettona.it

bettona-6-1-of-1-3

 

CHE NE PENSI? Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.