I padiglioni più belli ed emozionanti di Expo Milano (Parte 1)

Marocco

– I PIU’ ARTISTICI

NEPAL
Un’opera rimasta incompiuta e il motivo purtroppo è noto a tutti. Una struttura in legno che è una vera opera d’arte, scolpita, decorata, ricca di statue, oggetti e incisioni. Tra il silenzio, le campane sfiorate dal vento e le mille bandierine colorate regna la pace ma anche una forte malinconia pensando alla catastrofe naturale che ha sconvolto il Nepal travolgendo migliaia di vite e il suo prezioso patrimonio artistico.

padiglione Nepal

FRANCIA
Tutto alla rovescia, prodotti esposti come un mercato, ma a testa in giù, penzolanti sulla testa dei visitatori, bottiglie, scatolette, modellini di pesce, verdure e formaggi, baguettes, pentole e persino mazzetti di lavanda. Per entrare al padiglione si passa attraverso un bell’orto profumato, tra cavoli, uva, mele e fragole. Dentro l’effetto sotto/sopra è molto bello, la struttura è in legno riproduce un mercato ma ricorda una cattedrale dalle forme morbide e imponenti. Sembra quasi una costruzione di Gaudì.

Padiglione Francia

 

– I PIU’ DIVERTENTI

BRASILE
Le immagini della grande rete del padiglione Brasile sono tra gli scatti più celebri nell’album dei ricordi di questa Expo che sta per concludersi. Pochi sono riusciti a resistere alla tentazione e tutti si son messi in coda pazienti per camminare sulla rete che simboleggia l’equilibrio delicato del pianeta. Sempre invaso dai visitatori, meta prediletta delle scolaresche, questo padiglione è stato tra i più celebri e visitati.

Brasile

GIAPPONE
Il padiglione del Giappone potrebbe entrare tranquillamente in tutte le categorie, è tra i più belli, i più divertenti ma soprattutto tra quelli che hanno fatto la differenza durante questa manifestazione. Un cocktail di intrattenimento, informazione e presentazione della propria cultura gastronomica. C’è un po’ di tutto e la visita è piacevole e ben organizzata, anche i tempi vengono scanditi con precisione, non si può correre nè tralasciare niente, chi ha tanta fretta vada altrove.

padiglione Giappone

 

– QUELLI DAL DESIGN PIU’ ACCATTIVANTE

AZERBAIJAN
Un gioiellino di eleganza e design, il padiglione dell’Azerbaijan ha sedotto un po’ tutti ed è stato tra i più apprezzati. Una presentazione delicata e chic di un paese del quale non si sente spesso parlare, una visita piacevole che non confida in lunghi video esplicativi ma propone informazioni essenziali e presentate in modo accattivante, come i fiori luminosi , gli strumenti musicali interattivi e il mercato digitale.

padiglione Azerbaijan

REGNO UNITO
Un alveare metallico, costruito come un grande puzzle 3D. Dentro non ci saranno troppe cose da vedere ma l’architettura è di sicuro effetto. Da lontano fa scena, dentro ancora di più quando si viene circondati dal ronzio delle api ( e di sera da mille lucine intermittenti). Per raggiungere l’alveare si cammina tra un prato di fiori, sopra una piattaforma rialzata dal suolo tanto da permettere ai visitatori di avere la stessa prospettiva degli insetti.

padiglione UK

 

– I PIU’ SORPRENDENTI

MAROCCO
Una full immesion nella bellezza del Marocco, un percorso sensoriale che oltre alla presentazione dei prodotti nazionali accompagna per mano il visitatore e gli fa provare delle esperienze. Ogni stanza svela delle piccole emozioni, colori, forme, profumi, suoni. E’ possibile sentire le onde e la brezza marina, avere un’idea del caldo del deserto, seguire una scia di rose, il rosso della melograna o l’aroma delle olive. Raffinato e coinvolgente.

Padiglione marocco 2

 

QATAR
Forse perchè non avevo sentito molto parlare di questo padiglione prima della mia visita sono rimasta molto sorpresa e l’ho inserito all’istante nella lista di quelli da consigliare agli amici. Una ricca tavola imbandita accanto alla quale conoscere gli usi e i costumi degli abitanti del Qatar, modellini per capire come uno stato desertico riesca a procurarsi acqua potabile a partire dalla dissalazione dell’acqua marina, le intense attività portuali (quasi il 90%  dei prodotti alimentari sono importati) e infine una discesa a chiocciola tra buio, luci ed effetti speciali sopra a dei teli, sui quali si proiettano immagini del paese e della sua economia. Ciliegine sulla torta: un’ottima aera ristoro e una mostra fotografica. Variegato ed interessante.

expo qatar

 

 

CHE NE PENSI?  Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.