La spiaggia delle Due Sorelle

Le due sorelle 1

Una caletta nascosta e raggiungibile con un’escursione in barca, la spiaggia delle Due sorelle pare una striscia di Caraibi direttamente nella costa adriatica marchigiana. Proprio perchè non è così semplice (nè economico raggiungerla) il numero dei bagnanti è limitato alle corse giornaliere della navetta, la fatica o il costo del biglietto sono ampiamente premiati dalla bellezza del luogo, un mare incontaminato dai colori accecanti. Avevo visto spesso la foto di questa spiaggia a mezzaluna, simbolo della Riviera del Conero, ma ho perso più volte l’occasione di andarci. Amo il mare ma non riesco a stare troppo distesa al sole a rosolare, dopo il primo bagno inizio a cercare un luogo dove passeggiare, non sono esattamente una donna da relax balneare e abbronzatura. Tutto sommato la sosta permessa dell’escursione proposta dalla compagnia Traghettatori del Conero è proprio perfetta per le mie esigenze, due o tre ore di permanenza in questo angolo di paradiso sono più che sufficienti considerando che il sole picchia forte e non ci sono posti all’ombra dove ripararsi.

Le due sorelle 2

La navetta parte dal porticciolo di Numana, o dalla spiaggia di Marcelli, costa circa 20 euro ed è attiva solo nel periodo estivo. Durante la navigazione è possibile vedere dal mare la stupenda riviera del Conero, il profilo della montagna e del centro abitato di Sirolo, le spiagge nascoste e i colori della costa. Il paesaggio appare completamente diverso dal litorale adriatico, una costa di rocce calcaree a picco sul mare, non a caso soprannominata il “gomito d’Italia”. La barca torna a riprendere gli escursionisti alle 12.30 o alle 15.30. La sosta non dura a lungo, così è normale che tutti i turisti appena scesi dalla barca non aspettino neanche un minuto prima di tuffarsi in mare e prolungare il bagno il più possibile. Nella spiaggia non ci sono servizi disponibili, pertanto è consigliabile andare in bagno prima di partire e portare con sè il necessario per la sosta, teli, snack, crema solare, e ovviamente un sacchetto per raccogliere eventuali rifiuti.

Le due sorelle 3

La spiaggia delle Due sorelle già dal mare appare un piccolo anfiteatro contornato da rocce e scogli, protetto alle spalle dal Monte Conero e contraddistinto dai due faraglioni. Non c’è sabbia ma ghiaia e sassolini, tuttavia anche senza ciabatte non è così impossibile fare il bagno. Il mare limpidissimo assume colori iridescenti che vanno dal blu cobalto al verde acqua. Non credevo ai miei occhi. Il fondale degradante è adatto anche a chi come me non è affatto un provetto nuotatore. Avendo la pelle chiara e non essendo una maniaca della tintarella dopo un po’  mi sentivo completamente fusa, dando però uno sguardo alla bellezza del posto e la trasparenza dell’acqua non me ne sarei più andata, sarei restata a mollo per un giorno intero.

Le due sorelle 4

N.b. E’ possibile arrivare alla spiaggia a piedi attraverso un percorso  lungo la montagna, che è faticoso e a tratti pericoloso. Se si desidera raggiungere le due sorelle camminando è bene informarsi prima sia sulla viabilità che sulla difficoltà dell’impresa.

 

 

CHE NE PENSI?  Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.