Scenari di Natale a Bressanone

bressanone-1-of-1-4

Dicembre non è ancora arrivato ma il Natale tempestivo cala sui soffitti dei centri commerciali come una mano silenziosa (e glitterata). L’inverno ha la sua atmosfera particolare ma dove si respira a pieni polmoni l’aria delle feste? Dove venir avvolti come un’abbraccio da profumi, bevande calde, colori, candeline e positività a secchiate? In Trentino Alto Adige, sovrano assoluto dei mercatini di Natale in Italia. Si può andare ovunque, dalle piccole cittadine ai centri maggiori e sentirsi direttamente dentro  uno di quei scenari meccanici in cui piccoli personaggi si muovono su paesaggi innevati, bancarelle addobbate di dolci e babbi natale. Il vivace mercato di Bressanone è uno di questi mega carillon che prendono vita. Come tornare in un attimo ad essere bambini golosi e con gli occhi invasi di meraviglia. Buona cucina, ninnoli, musica e sullo sfondo le montagne. Il Natale è servito.

bressanone-1-of-1

La cornice della città è già un quadro dipinto con cura. Le case colorate che circondano la piazza come un merletto, le architetture mitteleuropee, le torri del duomo e il suono delle campane. Giallo, verde, rosa, azzurro, arancio, una collezione completa di colori pastello. Non manca nemmeno la giostra con i cavalli (ma ci sono anche maialini, cigni, papere, etc…) e va a vapore, come era in un tempo piuttosto lontano, quando ancora un bottone on/off non aveva alcun potere sulle cose.

bressanone-1-of-1-9

Come ogni mercatino della regione troverete una varietà di venditori vin brulé, oggetti in legno pantofole soffici, decorazioni originali prodotti di gastronomia locale, vini e liquori, salse, formaggi e salumi. Più avanti artigiani del vetro, della ceramica e la pista di pattinaggio per completare l’effetto paesaggio da palla di neve. Mi fermo a sbirciare nel backstage di una panetteria, adoro i panini integrali austriaci e tedeschi, comprerei tutto, per tornare a casa affitterò un tir.

bressanone-1-of-1-2

Se c’è una cosa che mi fa perdere il lume della ragione è lo strauben. Una pastella diabolica immersa nell’olio bollente che a fine cottura diventa una via di mezzo tra le frappe e una crepe con tonnellate di marmellata di ribes sopra. Una bontà pazzesca. Un dolce che da solo merita il viaggio fino all’Alto Adige. E chissenefrega del freddo. Tanto ci sono anche i tortelli salati con ripieno di crauti, gli strudel, il vino alla cannella e tazze stracolme di cioccolata alla panna. E poi si fa il botto. Ma lo si fa felici.

bressanone-1-of-1-5

E se il gelo vi cuoce il naso c’è pure la zuppa di porcini bollente. Forse si è capito che il cibo è il settore che a fine mercatino mi riduce sul lastrico o quasi. Le tentazioni sono troppo forti, arrivano dalla strada  autentiche ondate di cannella, ribes o pasta fritta e se sto pensando ad altro automaticamente vengo spinta di peso al prossimo stand di leccornie.

bressanone-1-of-1-6

Tra una casetta di Hansel e Gretel e un’altra il rischio è rimanere al verde senza rendersene conto. Il mio consiglio è fissare un budget e tenerlo separato in una tasca della borsa, una divisione utile per fare le scelte giuste senza fretta. (E anche evitare indigestioni di krapfen).

bressanone-1-of-1-8

Non fermatevi solo al mercato, visitate il duomo e il suo chiostro, fate un salto alla mostra dei presepi passeggiate per tutta la città (che è una delizia,  perdetevi per le stradine. Non siete scivolati dentro un castello Playmobil perfettamente montato, é tutto vero! In giro troverete altrettanti negozi, vetrine e pasticcerie, taverne dai profumi invitanti e piogge di decorazioni. Insomma Bressanone è tutta un mercato di Natale, sollazzatevi nella piazza principale ma non snobbate tutto il resto!

bressanone-1-of-1-7

Il Trentino Alto Adige è il l primo punto d’incontro tra l’europa centrale e l’italia una sorta di punto di fusione, tutto sembra cambiare a ogni km che si fa in direzione della frontiera.  Bressanone è già inserita in un contesto molto più austriaco che italiano, nelle architetture, nella lingua, nei piatti locali e nelle abitudini. Gli abitanti di Brixen si muovono prevalentemente in bicicletta nonostante sia un freddo assurdo. Senso civico, ecologia e forma fisica, all in one.

bressanone-1-of-1-11

 

CHE NE PENSI? Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.