siti archeologici

Macchu Picchu, l’ultimo pezzetto di un impero

macchu picchu (1 of 1)-2

Aguas Calientes, una mini città ai piedi delle montagne nata per gli operai che costruirono la ferrovia tra le Ande. Per arrivare in questo luogo remoto (e apparentemente anonimo) ci si sveglia all’alba da Cusco e il tragitto in treno è indimenticabile. Dal finestrino i paesaggi della Cordillera e in basso le acque veloci dell’Urubamba. In un lungo tratto i binari sembrano costeggiare il corso del fiume sacro. Fuori dalla stazione siamo praticamente a pochi passi da Macchu Picchu anche se ancora dal basso non si vede, gli unici indizi sono le millemila cartoline esposte nelle varie tiendas a gestione familiare. Anche i visitatori attorno a noi sono pochi. L’accesso al sito viene limitato per garantirne la sopravvivenza nel futuro. E su questo il turismo peruviano non cede a compromessi. La salute di Macchu Picchu è più importante di fare cassa.

Read More»

Le ricche domus romane di Assisium

domus romana assisi

Assisi è un luogo che tutto il mondo conosce. Il suo profilo rosa si scorge da chilometri, anche dalle terrazze di Perugia appare alta, nobile e bella ai piedi del Subasio innevato o verde. Impossibile scinderla dalla figura di San Francesco e chi la visita normalmente tocca i luoghi legati al mondo francescano dal punto di vista religioso o anche solo puramente artistico. Meno nota è invece l’Assisi Romana. Interessanti percorsi guidati accompagnano nelle viscere della città per conoscere un passato coperto dallo stupendo centro storico medievale e rinascimentale. Pronti ad asplorare? Let’s go underground alla scoperta della perduta Assisium.

Read More»

Visitare il cantiere della Domus Aurea

domus aurea 13

La Domus Aurea fu una residenza da sogno di un imperatore, o meglio, priceps, piuttosto megalomane, passato alla storia in modo infausto. Il palazzo di Nerone era una specie di città nella città e si estendeva dal Palatino all’Esquilino fino al Celio, non fu in marmo ma in mattoni, decorata con strabordante lusso ed esuberanza, comprendeva stanze, giardini, fontane e addirittura riserve con animali, vigneti, panorami mozzafiato, padiglioni immersi nel verde e luoghi che riuscivano a ricreare l’ambiente rurale all’interno di una metropoli del tempo. Il tutto nel centro di Roma. Oggi è possibile visitare gli scavi e anche finanziare il procedere dei lavori. Passare attraverso le sale è emozionante, ma oltre alla meraviglia c’è anche la curiosità di osservare con i propri occhi l’attività di salvataggio di un sito archeologico enorme e dagli equilibri delicati.

Read More»
Share On Facebook
Share On Twitter