templi di Bangkok

Wat Saket la montagna dorata

wat saket (1 di 1)-10

Sulla cima di una collina atipica, circondata un po’ da pagode e un po’ da grattacieli, si trova questo tempio suggestivo incluso in un piccolo bosco metropolitano di palme e fiori.  La grande stupa dorata e lucente, visibile anche da lontano, è il punto di arrivo di un’intensa scalata di gradini nel silenzio assoluto. Recatevi in taxy o tuk tuk fino al distretto di Rattanakosin per scoprire il Wat Saket, un luogo di culto isolato eppur ombelico della metropoli thailandese. E no, non si tratta dell’ennesimo tempio di Bangkok. 

Read More»

Wat Arun e Wat Pho, le due sponde del fiume Chao Praya

wat arun bangkok (1 di 1)-4

Iniziando a parlare di una città come Bangkok non ho che l’imbarazzo della scelta. La metropoli tentacolare misto di antico moderno e ultramoderno sotto molti aspetti mi ricorda Mumbai, soprattutto nella skyline, nelle file di taxi (non neri come quelli indiani ma rosa shoking) e nella distesa di edifici che si perde all’orizzonte tra case della gente comune e sfavillanti grattacieli. A Bangkok ho dedicato più tempo di quello che avevo in programma perchè non solo è enorme e attraente ma ci sono tanti luoghi d’interesse che non si possono depennare. Per esempio due bellissimi templi sulle rive opposte delle stesso fiume. Wat Arun, il tempio dell’alba, e Wat Pho, luogo dove il riposa in Grande Buddha Disteso, entrambi visitabili nell’arco di mezza giornata. Salite su uno dei frequenti battelli e passate da una sponda all’altra tra decorazioni floreali nate da un magnifico riciclaggio di materiali e una statua gigantesca ricoperta interamente d’oro

Read More»
Share On Facebook
Share On Twitter