Domande e dubbi sulle Crociere

crociera Costa Serena

Quali sono le aspirazioni e i timori di chi vorrebbe provare questo tipo di vacanza? Ci si annoia? Ci si diverte? Si risparmia o si spende una fortuna? Si tratta solo di un soggiorno godereccio oppure è un modo diverso di scoprire il mondo? Una crociera può essere tutto e l’opposto di tutto. Si troverà esattamente quello che si cerca: se cercate relax lo avrete, se cercate movimento e nuove esperienze, pure. Solo i pregiudizi sono duri a cadere, per esempio l’idea che dal giorno dell’imbarco ci si trasformi in strane figure mitologiche (mezzo uomo e mezzo carrello del buffet), o che la vita a bordo sia simile a quella dei leoni marini, spiaggiati al sole con gli occhi semichiusi. Ma no! La crociera è un vero e proprio viaggio! Spetta a voi viverlo come tale. E spesso un’alternativa efficace per spendere poco e vedere tantissimo. Ecco cosa mi chiedono amici e conoscenti che vorrebbero andare in crociera per la prima volta.

crociere 4

Una crociera costa tanto? Direi di no. I tempi sono cambiati e questo tipo di viaggio è ora molto accessibile, anzi spesso più conveniente di altri. Il prezzo varia in base alla compagnia, all’itinerario e alla tipologia di servizi, per trovare buone offerte bisogna adattarsi, viaggiare in interna (più stretta la cabina più stretto sarà il prezzo) e tenersi sempre aggiornati sulle occasioni. E’ come una borsa, i prezzi salgono e scendono, per la stessa vacanza si può spendere tanto oppure molto poco, tutto dipende dalle proprie esigenze e dal momento in cui si prenota.

Ma si riesce a visitare qualcosa? Si, si può vedere tantissimo. Ma anche pochissimo. Questione di scelte. Mi è capitato di parlare con gente che non scendeva mai a terra, o quasi mai, e l’ho trovato incredibile. Proprio perchè le visite turistiche e il viaggio sono le mie priorità scelgo sempre crociere con soste lunghe nei porti di scalo. Controllate bene le rotte prima di prenotare, selezionate quella che si avvicina più al vostro modo di vivere la vacanza.

Ci si deve per forza vestire eleganti? No e Si. L’atmosfera all’interno delle navi, a meno che non si scelga una compagnia di nicchia, è informale ma è bene mettersi “in tiro” almeno per le serate di gala (in genere una o due in un giro di sette giorni). Non è obbligatorio ma altamente consigliato soprattutto per rispettare l’atmosfera festosa degli eventi. Se tutti si presentassero in jeans che serata di gala sarebbe? Non è necessario spendere, anche quì i può scegliere il low cost. Tutti abbiamo nell’armadio qualche abito usato per il matrimonio di un cugino, amico o collega. E se proprio non trovate niente di adatto basta fare un giro al centro commerciale. A nessuno importa se vestite Prada o H&M purchè siate a tema.

La nave è sicura? Di certo più dei mezzi di trasporto che si usano tutti i giorni. Episodi infausti sono accaduti anche nel mondo dell’aviazione civile e non mi pare che la gente abbia smesso di prendere l’aereo.

crociere 2

Ma dentro è pieno di italiani? E mi sento porre questa domanda ad occhi sgranati, come fossimo delle fere da cui scappare. Nelle navi c’è tutto il mondo. Turisti da ogni parte del pianeta e anche personale di servizio delle nazionalità più disparate, si parla praticamente ogni lingua. Potete familiarizzare con chi vi pare, o anche con nessuno. Ed ecco un altro pregiudizio da far cadere: le crociere sono adattissime anche agli asociali (io ne sono un esempio).

Qual è l’età media a bordo? Anche questo fattore varia in base all’itinerario e alla stagione. In estate troverete una clientela più giovane, ragazzi che sono saliti con offerte trovate su internet e molte famiglie con bambini. Le rotte più elaborate e costose in genere vengono scelte da un pubblico più maturo (per un motivo ovvio, gli over 60 hanno più disponibilità economica e tempo libero). E comunque non è facile prevederlo.

Mi annoierò? Direi che ci vuole impegno. Tra i luoghi da visitare nei porti di scalo e le cose da fare a bordo annoiarsi è difficile. Se ci riuscite siete proprio bravi. Se il vostro itinerario prevede giorni di navigazione potete leggere un libro guardando il mare, fare il bagno il piscina, assistere a uno spettacolo, dormire, mangiare, prendere il sole, andare in palestra, etc. Insomma se girate per i ponti con il muso lungo forse non è il tipo di viaggio che fa per voi.

Ma non è come un villaggio vacanze, vero? Dipende da punti di vista. C’è chi vede la nave come un hotel galleggiante e ci si parcheggia dentro senza mai uscire. Chi adora l’animazione e l’intrattenimento e segue una per una tutte le attività proposte. E chi invece vive la crociera come un modo diverso di viaggiare, lento e affascinante. E garantisco che può essere veramente molto (ma molto) affascinante.  Io sono piuttosto frenetica e le mie priorità sono sempre le visite a terra, meglio se in autonomia.

crociere 3

Dopo c’è da pagare una marea di extra? Le spese sulla nave rifletteranno la vostra tendenza allo shopping nella vita di tutti i giorni. Se siete spendaccioni a casa lo sarete anche lì. L’opposto sarà se avete l’abitudine, e l’esigenza, di controllare il budget. Le visite guidate ai porti di scalo sono una delle cose che fanno lievitare il conto della cabina, se sapete viaggiare da soli potrete cavarvela con poco.

E se mi ritrovo circondato da maleducati? E’ certo che vi capiterà di incontrare chi si parcheggia un’ora dentro la jacuzzi, chi riempe il piatto di cose che poi non mangia, chi si mette a chiacchierare e ridere per i corridoi in piena notte e chi per chiamare il proprio figlio, partner, amico, grida da prua a poppa come fosse al mercato del pesce. Per fortuna non tutti i croceristi sono così e gli spazi nelle nuove navi sono molto (ma molto) grandi. Il lato positivo di essere circondati da tante persone è la possibilità di fare conoscenze, chiacchierare e stabilire nuove amicizie. E poi volendo ci sono sempre un’infinità di posti dove starsene in pace. E vi sembrerà di essere completamente soli.

E se sono vegetariano? Nessun problema. Al ristorante ci sono interi menù dedicati solo a chi non mangia carne nè pesce. E i piatti sono spesso più buoni e anche più belli da vedere degli altri, sperimentato con mio marito. Forse al buffet c’è una scelta minore ma dipende dai giorni e dalle navi (e in ogni caso troverete un bel po’ da mangiare). C’è da dire che alcune compagnie ci tengono più di altre a tenersi stretti i passeggeri Veg, ho osservato delle differenze nella qualità e anche nella presentazione ma in genere c’è sempre un’alternativa.

Ma un crocerista…viaggia solo in crociera? Dulcis in fundo. Sembra una barzelletta ma questa frase me la sento ripetere spesso. Amare le crociere non significa rinunciare ad ogni altro tipo di viaggio! E’ un’alternativa, oltre che un modo molto attraente e confortevole per raggiungere e visitare posti nuovi. Si può variare, fare dell’altro e poi scegliere di tornare ancora. Chi ama viaggiare amerà farlo anche per mare, e poi volando, guardando il paesaggio dal finestrino di un treno, o dormendo nel sedile posteriore della macchina tra una sosta e l’altra in Autogrill.

crociere 5

 

 

CHE NE PENSI?  Se il post ti è piaciuto, se hai domande oppure ho dimenticato qualcosa lascia un commento. Sarò lieta di rispondere.